Il “fil rouge” che lega le Salsicce, una chiesa e il disagio giovanile

in Cronache Tagliacozzane

Questo è un racconto triste.  Sarebbe bello poter scrivere “Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale” ma purtroppo non è così. Tagliacozzo, 03 Novembre 2012, un Sabato d’autunno come tanti altri e Gancio, Verdolin e Saltatempo, dopo un’aperta e democratica consultazione, decidono di passare la giornata fuori le mura del paese. Si decide all’unanimità per una gita culturale al Calvario (chiesetta che sorge sul declivio del monte Civita non lontano dal tracciato dell’antica via Valeria). L’organizzazione della gita è pressoché perfetta e i tre sedicenni partono per questa bella passeggiata muniti di tutto l’occorrente, salsicce comprese… Nel mentre, poco più su, sulle pareti del monte Civita un altro gruppo di intrepidi giovani, assistiti dal buon Baruch, impara a conoscere, a rispettare ed infine a scalare quella impervia roccia scaldata del tiepido sole novembrino. E’ un’immagine stupenda, un vero e proprio angolo di paradiso pieno di giovani uniti dall’amore per il nostro territorio e per le nostre bellezze artistiche. Intanto i ragazzi ai piedi dell’imponente roccia iniziano a provare le prime prese e il saggio Baruch dispensa consigli raccogliendo la piena e assoluta attenzione di tutti gli allievi… Lo spettacolo è sempre più simile ad un’atmosfera da “Mulino Bianco” e anche qualche Falchetto sembra contento di unirsi a questa splendida inquadratura. La voce decisa di Baruch, lo stridere dei rapaci,  le foglie mosse dal vento, la voce impetuosa della risorgente… che spettacolo….

BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM… BOOM… BROOM… CRASH…. BOOM…KABOOM… RUMBLE…. BOOOM…

Che cosa sono questi rumori (chiesero i ragazzi sulla parete rocciosa)? Il saggio Baruch cercò di tranquillizzare tutti e rispose che molto probabilmente stavano risistemando la porta della Chiesa del Calvario (poco più in basso) danneggiata qualche mese prima da atti di vandalismo. Baruch decise di controllare e chiese ai suoi ragazzi di aspettare il suo ritorno. A passo svelto in un minuto era già a vista della Chiesetta… qualcosa non andava… (FINE STORIA MULINO BIANCO, FALCHI E TUTTO IL RESTO)… tre individui stavano cercando di sfondare la porta della chiesa. Uno ci provava lanciando dei sassi enormi, un altro sradicava un palo della recinzione e lo usava come ariete, il terzo… ehm… il terzo sistemava le salsicce… erano i tre sedicenni… la gita culturale fuori porta! Baruch è incredulo e rabbioso e inizia a correre senza curarsi del terreno impervio, cade, sbatte violentemente il torace, ma l’adrenalina, la rabbia lo rendono immune al dolore… si rialza e continua a correre.

Baluch è faccia a faccia con i “BANDITI”, li blocca e si rende conto che sono tre sedicenni. Baruch urla “PERCHE’ FATE QUESTO?!?!?” i tre amici rispondono “volevamo solo cucinare delle salsicce dentro la chiesa”…

(tutto questo è successo realmente a Tagliacozzo il 03/11/2012)

Gabriele NoWhere Venturini. Dopo aver studiato archeologia Medioevale all'Università "La Sapienza" di Roma ho pensato bene di fare l'informatico per lavoro. Ho fatto l'amministratore nella mia città con una delega alla Cultura e oggi mi lecco le ferite scrivendo e fotografando cose.

1 Comment

  1. Che dire: se non fosse per il fatto in se (che non serve commentare) ti esprimo la mia gratitudine per un articolo bellissimo…..

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.