Facebook in borsa e il mono-dominio

La conquista del mondo è cominciata (speriamo di no). Il più grande social network del mondo entra in borsa con oltre 100 Miliardi di dollari. L’interesse non sarà più soltanto degli utenti ormai inghiottiti in questo blob informatico, ma da oggi l’economia globale guarderà a FB con più attenzione visto che il giro d’affari è assurdo.

Investors e cercatori di tesori del nuovo millennio faranno di tutto per ottenere guadagni maggiori… uhm per prima cosa credo ci sarà un’invasione di nuovi spazi pubblicitari (occhio ai telefonini).

Una cosa che lascia sperare (non si fa fatica a capire che sono un anti-faccialibro) è che all’indomani della quotazione molti dipendenti si sono ritrovati multimilionari e qualcuno potrebbe persino pensare di creare alternative, nuovi spazi e nuovi territori.

In fondo il bello di internet era proprio la varietà e l’immenso mondo da esplorare, oggi tutto (o quasi) si riduce ad un “mono-dominio”, uno spamming intensivo di link, retorica nostop e mi piace mi piace e poi mi piace.

Zuckerberg, non te la prendere, tu sei un genio, ma ho qualche dubbio sulla mente di chi sta 24 su 24 sul tuo social network…

Gabriele NoWhere Venturini. Dopo aver studiato archeologia Medioevale all'Università "La Sapienza" di Roma ho pensato bene di fare l'informatico per lavoro. Ho fatto l'amministratore nella mia città con una delega alla Cultura e oggi mi lecco le ferite scrivendo e fotografando cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post precedente

Confessione di un Anti-juventino

Prossimo post

Provincialismo e Considerazioni sul Festival Internazionale di Mezza Estate

Latest from Mmbuti, saggezza e conoscenza

L’analfabeta politico

Lascio una delle poesie più attuali in dono ai lettori di questo sitofotoblog L’analfabeta politico Il