Corsi e ricorsi storici, tra sport, delinquenti e scavalcatori di muretti

in Cronache Tagliacozzane

Circa 10 anni fa un gruppo di giovani scapestrati tagliacozzani armati di nastro adesivo, di una “Palla” e di qualche ginocchiera presero possesso del campetto in marmo della Piscina. Quella banda di delinquentucci, di ragazzacci di strada (continuando la tradizione di Roberto e Mario) organizzarono per molti anni tornei di Beach Volley senza Beach… si arrivò a tornei con oltre 40 squadre. La piscina, già mezza distrutta “dalle brave persone”, per oltre 20 giorni si riempiva di vita, gli spettatori erano tantissimi e arrivavano appassionati e tifosi da ogni parte della marsica. Mitiche ed indimenticabili le “battaglie” sul campo con i ragazzi di Magliano e Celano. Con il tempo quel luogo dimenticato da Dio divenne un vero e proprio punto di aggregazione… I Warriors, i Demolition ed altri erano gli animatori di un movimento che ormai era andato oltre la pallavolo. Al campetto ci si andava a prescindere, nascevano nuove amicizie, nuovi amori e qualche volta si riusciva a rubare qualche giovane atleta ad altri sport più “blasonati”. Maledetti delinquettucci scavalcatori di muretti!! eravamo nella lista delle persone più pericolose del paese, le forze di polizia ci tenevano sott’occhio. Poi ad un certo punto abbiamo perso il campetto… nessuna delle “brave persone” si è mai voltata a guardare la nostra disperazione o ad allungare una mano in segno di aiuto. Siamo agonizzanti… ci spostiamo per strada, poi al tennis… niente! alla fine abbiamo mollato per sopraggiunta età delle responsabilità e il testimone è rimasto tristemente in terra per svariati anni, non si trovavano più i delinquentucci scavalcatori di muretti. Era il tempo degli scooteristi impalati davanti alla sala giochi… il campetto muore… la speranza quasi… poi l’anno scorso parlando più o meno casualmente con delle ragazzacce del posto si crea un’altra Associazione a delinquere molto pericolosa… le famigerate ragazzacce dello Street Volley!!! La storia si ripete… La speranza oggi è di nuovo forte grazie a voi… maledette delinquentucce con le ginocchiere! Un giorno voglio portarvi in visita al mio campetto.

Gabriele NoWhere Venturini. Dopo aver studiato archeologia Medioevale all'Università "La Sapienza" di Roma ho pensato bene di fare l'informatico per lavoro. Ho fatto l'amministratore nella mia città con una delega alla Cultura e oggi mi lecco le ferite scrivendo e fotografando cose.

1 Comment

  1. NIente da fare…devo rileggere questo articolo ogni tanto,e tornare indietro a quegli anni…un po’ di liquido annega la mia visuale,ma continuo a leggerlo. Sono orgoglioso di esserci stato,averlo visto e vissuto. Si è pronti a tutto,quando la mente e il pensiero,sono indipendenti e folli…Possa la realtà attuale attingere dal nostro “nulla” passato e presente. Massimo sostegno alle delinquenucce e ai delinquenti che sorridono dietro le quinte. E’ tempo di riprenderci ciò che rubammo.La freschezza di essere liberi di essere. Delinqueni o no,sono venuti a rubare alla casa dei ladri.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.